News



11/06/2009

Comunicazione Cassa Forense - Estratto Contributivo e mod.5

Cari Colleghi,
in questi giorni,  gli iscritti alla Cassa hanno ricevuto un "estratto conto contributivo", dal quale risultano - senza valore certificativo - i dati essenziali relativi ai periodi di  iscrizione alla Cassa Forense e ai redditi dichiarati, con la specifica dei contributi dovuti e di quelli versati.
Tale iniziativa, prima nella storia della Cassa, è importante per la trasparenza nei rapporti tra l'ente e i propri iscritti, soprattutto tenuto conto che l'eventuale prescrizione di contributi non versati comporta la perdita dell'intero anno contributivo ai fini pensionistici, con il solo diritto ad ottenere la restituzione di quanto versato.
Ove venisse riscontrata una differenza superiore a 5 euro tra il dovuto ed il versato, va contattato il Call Center della Cassa al n. 06/362111, appositamente potenziato fino al  12 giugno 2009 con orario 9,00/13,00 e 14,30/17,00.
In alternativa, si ricorda che ogni martedì dalle ore 11,00 alle ore 13,00 è in funzione presso i locali del Consiglio lo sportello previdenziale curato dal Delegato Cassa Avv. Valter Militi.


Invio del Mod. 5 per via telematica.

Da quest'anno il modulo cartaceo del Mod. 5 non verrà più inviato dalla Cassa Forense agli studi degli iscritti, cui perverranno solo le
istruzioni di compilazione e i bollettini di pagamento.
Tale scelta è stata effettuata per incentivare l'invio telematico della propria comunicazione obbligatoria, già in funzione dallo scorso anno.
L'opzione presenta l'innegabile vantaggio di inserire solamente gli importi del reddito netto e del volume di affari. Adempiuta questa semplice condizione, il calcolo degli importi da versare viene effettuato in automatico e possono essere stampati i bollettini già totalmente precompilati.
Il servizio di compilazione e di invio del Mod. 5 per via telematica (da effettuare entro il 30 novembre) si potrà effettuare, a partire probabilmente dalla prossima settimana, tramite la sezione "ACCESSO RISERVATO" (primo link in alto a sinistra nel sito della Cassa Forense), nella quale si trovano anche le spiegazioni per recuperare il codice meccanografico ed il codice pin, ove smarriti o mai richiesti. Non è necessario essere in possesso della smart card e della firma certificata.
Per chi non volesse accedere a tale servizio e procedere all'invio del Mod. 5 a mezzo posta ( da spedire entro il 30 settembre), presso il Consiglio dell'Ordine saranno disponibili i moduli cartacei, da compilare integralmente, anche con i propri dati anagrafici.

Importante per i non iscritti alla Cassa.

Forse non tutti i giovani Colleghi sanno che chiunque sia iscritto all'albo professionale è obbligato ad inviare il Mod. 5, anche se non raggiunge il reddito minimo per l'iscrizione alla Cassa Forense .
E' bene fare molta attenzione a rispettare questo obbligo perché le sanzioni collegate al mancato invio della comunicazione obbligatoria sono molto onerose.

 

Il Consigliere Segretario
Avv. Vincenzo Ciraolo
Il Presidente
Avv. Francesco Marullo di Condojanni




Ultimi Tweet